Voucher digitalizzazione MPMI 2018

E’ stato pubblicato su GU n. 258 del 4-11-17 l’Avviso del Ministero dello sviluppo economico, concernente la recente adozione e la disponibilità sul portale www.mise.gov.it dell’atteso Decreto Direttoriale 24 ottobre 2017, recante le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso al previsto contributo in favore di Imprese di Micro, Piccole e Medie dimensioni per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico, ai sensi del combinato disposto tra l’art. 6 DL 145/2013 e ss. e il DM 23 settembre 2014.

A norma del nuovo Decreto le relative istanze da parte di tali aziende, corredate da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante il possesso dei requisiti necessari con indicazione delle spese da sostenere e dell’importo del Voucher richiesto, devono essere presentate esclusivamente in via telematicanel periodo di aperturadell’apposito sportello on line, fissatodal 30 gennaio al 9 febbraio 2018 pp. vv.

Riepilogando in sintesi, illustriamo di seguito il contenuto del D Dir. 24 ottobre 2017 e dell’acclusa modulistica, anche in relazione alla sopra citata disciplina originaria di riferimento.

AGEVOLAZIONE

Concessione di finanziamenti a fondo perduto, tramite voucher non oltre € 10.000 ad ogni beneficiario, per iniziative aziendali in ambito digitale (software, connessione internet con tecnologia satellitare, tele-lavoro, banda larga, e-commerce, formazione qualificata ICT), a valere sulle risorse di cui all’art. 6 comma 1 DL n. 145/2013 e ss. (Destinazione Italia).

GESTORE INTERVENTI

Ministero dello sviluppo economico, Direzione Generale per gli incentivi alle imprese, che acquisisce le istanze tramite portale internet www.mise.gov.it

DESTINATARI

MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) che si trovino nelle seguenti condizioni:

  • non abbiano ricevuto altri contributi pubblici per le medesime spese;
  • non siano sottoposte a procedura concorsuale, né si trovino in stato di fallimento, o di liquidazione anche volontaria, o di amministrazione controllata o infine di concordato preventivo;
  • dichiarino in sede di presentazione della domanda che l’importo del voucher richiesto non determina il superamento del massimale “de minimis” di loro spettanza in applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea;
  • dispongano di un valido indirizzo PEC e della firma digitale di un suo delegato all’interno dell’organizzazione

N.B.: le sole imprese attive nei comparti espressamente esclusi dall’art. 1 del vigente Regolamento ‘de minimis’, vale a dire operantinel settore della pesca e dell’acquacoltura o nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, non potranno presentare la domanda di contributo in epigrafe.

Pertanto ogni eventuale agevolazione, legittimamente concessa ad imprese operanti nel settore dellatrasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli, non potrà comunque prevedere chel’importo del contributo sia fissato in base al prezzo o al quantitativo di tali alimenti acquistati daproduttori primari o immessi sul mercato dalle aziende interessate, né che l’aiuto sia subordinato alla condizione di essere trasferito in toto o parzialmente agli anzidetti produttori esclusi dal beneficio.

Si ricorda infine che l’agevolazione di cui al D Dir 24 ottobre 2017 non può essere concessa perinterventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti nazionali rispetto ai prodotti diimportazione, oppure per il sostegno ad attività connesse all’esportazione verso Paesi terzi o Statimembri.

Ne deriva che sono espressamente esclusi dal contributo in oggetto i programmi d’impresa direttamente connessi ai quantitativi esportati, allacostituzione e gestione di una rete di distribuzione all’estero o ad altre spese correnti connesse conl’attività d’esportazione.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie disponibili per la concessione dei Voucher in epigrafe sono pari a complessivi € 100 milioni, ripartiti come segue:

€ 32.543.679, 00 a valere sulle disponibilità del PON Imprese e competitività, Asse III – Competitività PMI, Azione 3.5.2 – “Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI, coerentemente con la strategia di smartspecialization, con particolare riferimento a: commercio elettronico, cloud computing, manifatturadigitale e sicurezza informatica”, di cui:

  • € 5.867.283,77 perprogetti realizzati in unità produttive ubicate in Abruzzo, Molise e Sardegna (c.d. Regioni in transizione);
  • € 26.676.395,23 per progetti in unità produttive ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (c.d. Regioni meno sviluppate);
  • € 67.456.321,00avalere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, per progetti realizzati in unitàproduttive in tutte le altre Regioni e Province Autonome del territorio nazionale.

MODALITA’ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE

La procedura di inoltro della richiesta di contributo, previo ingresso nella piattaforma informatica del MSE con identificazione ed autenticazione della firma digitale del legale rappresentante dell’azienda proponente tramite la Carta nazionale dei servizi, si ripartisce nelle seguenti fasi:

  1. Compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018
  • immissione delle informazioni necessarie (v. allegato n. 2) e caricamento dei relativi allegati;
  • generazione del modulo di domanda in formato pdf immodificabile con i dati dell’impresa interessata e contestuale apposizione della firma digitale;
  • caricamento dell’istanza sottoscritta digitalmente e conseguente rilascio del relativo “codice dipredisposizione domanda”, necessario per l’effettivo invio.

 

  1. Invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018
  • immissione del predetto “codice di predisposizione domanda”, costituente formale inoltro ad ogni effetto, non oltre l’indicato termine finale;
  • rilascio, da parte della piattaforma informatica MSE, dell’attestazione di avvenutapresentazione recante la data e l’orario esatto di acquisizione dell’istanza.

 

NB: entro un mese dalla predetta data di chiusura dello sportello informatico, il Ministero dello sviluppo economico adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, recante l’indicazione delle imprese interessate e l’importo del contributo prenotato.

 

ASSEGNAZIONE DEFINITIVA ED EROGAZIONE DEL VOUCHER

Entro i successivi trenta giorni l’azienda, iscritta nell’anzidetto provvedimento cumulativo di prenotazione, dovrà presentare in via telematica al MSE apposita richiesta di erogazione(v. allegato n. 3), corredata dalle seguenti attestazioni concernenti la rendicontazione delle spese sostenute:

  • documentazione di spesa: i titoli di spesa devono riportare la dicitura: “Spesa di euro …dichiarata per l’erogazione del Voucher di cui al DM 23 settembre 2014” eventualmente integrata, per i predetti progetti di spesa a valere sul PON, con l’ulteriore dicitura “Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020”;
  • estratti del conto corrente da cui risultino i pagamenti connessi alla realizzazione delprogetto agevolato;
  • liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti (v. allegato n. 4), con l’eventuale indicazione degli ambiti operativi di riferimento qualora si tratti di servizi di consulenza e diformazione;
  • resoconto sulla realizzazione del progetto, comprensivo del quadro riassuntivo dei costisostenuti (v. allegato n. 5);
  • coordinate bancarie del conto corrente su sui andrà versato l’importo del Voucher.

 

NB: entro due mesi dal ricevimento dell’anzidetta istanza aziendale il Ministero dello sviluppo economico, previa verifica in sede istruttoria anche in ordine alla regolarità contributiva dell’impresa richiedente (DURC), determinerà con apposito provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesaritenuti ammissibili.

Per avviare la pratica è necessario compilare la seguente documentazione e modulistica acclusa al D Dir. 24 ottobre 2017, e seguire le istruzioni del sito.

Per Help Desk ed assistenza all’invio e per la consulenza per inserimento di prodotti hardware e software – con tecnologie abilitanti per industria 4.0 customizzabili per voi dai nostri partner – scrivete a  pratiche@supervisum.it

Allegato n. 1 – Dotazione per ogni Regione

Allegato n. 2 – Domanda Voucher

Allegato n. 3 – Richiesta Erogazione

Allegato n. 4 – Liberatoria Fornitore

Allegato n. 5 – Resoconto Progetto

Allegato n. 6 – Oneri Informativi